La Legge di Stabilità 2015, all’articolo 1, comma 154 ha previsto la stabilizzazione definitiva del cinque per mille dell’Irpef, stabilendo un budget di 500 milioni di euro all’anno per l’esercizio corrente ed i successivi.
Come per gli anni passati, possono accedere al beneficio:
– Onlus;
– cooperative sociali e loro consorzi;
– organizzazioni non governative riconosciute di cui alla l. n. 49/1987;
– enti ecclesiastici e confessioni religiose con le quali lo Stato ha stipulato patti accordi e intese;
– associazioni di promozione sociale;
– le associazioni e fondazioni di diritto privato che operano nei settori delle Onlus;
– enti della ricerca scientifica, sanitaria e dell’università
– i Comune di residenza del contribuente per le attivutà sociali
– le associazioni sportive dilettantistiche riconosciute ai fini sportivi dal Coni a norma di legge che svolgono una rilevante attività di interesse sociale;
– organizzazioni operanti nelle attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici;
presentando il modulo di domanda all’Agenzia delle Entrate, esclusivamente in modalità telematica dal 26/03/2015 al 07/05/2015, tramite i servizi Entratel o Fisconline oppure rivolgendosi agli intermediari abilitati (consulenti del lavoro, caf, ecc.). I ritardatari che alla data di scadenza comunque abbiano requisiti ma non abbiano presentato l’istanza online, potranno regolarizzare la richiesta entro il 30/09/2015, versando la sanzione di € 258,00.
A conclusione della richiesta di iscrizione, i legali rappresentanti degli Enti interessati, dovranno inviare entro il 30/06/2015 a pena di decadenza dal riparto delle somme, tramite raccomandata o pec, alle Direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate di riferimento in base al proprio domicilio fiscale, una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante la persistenza dei requisiti di legge.
Le a.s.d. invece invieranno la medesima dichiarazione entro la stessa data, all’Ufficio del Coni nel cui ambito territoriale si trova la sede legale dell’associazione interessata.
Quindi, integrando quanto detto con i dettagli della circolare n. 13/E/2015 in tema, il calendario per accedere al 5 per mille, per l’anno in corso è:
– entro il 07 /05 va per presentata le domande di ammissione;
– entro il 14/05  l’Agenzia delle Entrate pubblica l’elenco degli enti del volontariato e delle associazioni sportive dilettantistiche iscritti;
– fino al 20/05 gli enti possono chiedere la correzione di eventuali errori riscontrati;
– entro il 30/06 vanno inviate al Coni ed all’A.d.E. le dichiarazioni sostitutive;
– infine il 30/09 scade il termine per la remissione in bonis per regolarizzare domanda di iscrizione.

Infine, rispetto agli anni passati è stato introdotta la previsione di un successivo D.p.c.m. che dovrà definire in dettaglio le modalità di rendicontazione delle somme attribuite ed i criteri di pubblicazione e trasparenza degli stessi.

 

Ti potrebbero interessare anche: